Compagnia dell'Anello - IL DOMANI APPARTIENE A NOI




Ascolta il ruscello che sgorga lassù ed umile a valle scompar e guarda l'argento del fiume che sereno e sicuro va. Osserva dell'alba il primo baglior che annuncia la fiamma del sol ciò che nasce puro più grande vivrà e vince l'oscurità. La tenebra fugge i raggi del sol Iddio dà gioia e calor nei cuor la speranza non morirà il domani appartiene il domani appartiene il domani appartiene a noi. Ascolta il mio canto che sale nel ciel verso l'immensità unisci il tuo grido di libertà comincia uomo a lottar. Chi sfrutta nell'ombra sapremo stanar se uniti noi marcerem l'usura ed il pugno noi vincerem il domani appartiene il domani appartiene il domani appartiene a noi. La terra dei Padri, la Fede immortal nessuno potrà cancellar il sangue, il lavoro, la civiltà cantiamo la Tradizion. La terra dei Padri, la Fede immortal nessuno potrà cancellar il popolo vinca dell'oro il signor il domani appartiene il domani appartiene il domani appartiene a noi.