21 Jan

Moriva in Etiopia il 21 gennaio 1936 Padre Reginaldo Giuliani, assistente ecclesiastico scout dell'ASCI e cappellano militare, cappellano nei reparti d’assalto ( gli Arditi ) durante la prima guerra mondiale. Nel 1919 prese parte all' impresa di Fiume insieme agli squadristi cattolici delle Fiamme Bianche .  


“Padre Reginaldo Giuliani o.p. era stato cappellano degli “ arditi “ negli ultimi anni della guerra 15-18 .  Poi animatore  ( assistente dell’Asci ndr  ) nella chiesa di San Domenico a Torino del Gruppo Scout Lepanto . Quando nel 1928 il regime fascista soppresse l’Asci, insieme ad altre associazioni, padre Giuliani continuò ad assistere molti giovani che erano confluiti nelle organizzazioni fasciste. Nel 1935 seguì come cappellano militare un battaglione di camice nere nella guerra d’Etiopia e trovò la morte a Passo Uarieu, colpito da un abissino mentre stava somministrando l’estrema unzione ad un suo ragazzo morente. Onorato come “ eroe fascista “ non possiamo sapere quali scelte avrebbe fatto negli ultimi tragici anni del regime . Ma per i suoi scout rappresentò un riferimento indimenticabile“.  


Note tratte dal libro  “Scout in Piemonte “ storie e ricordi di persone e fatti dal 1916 ad oggi a cura di Franco Cutticca, Ottavio Losanna, Alberto Mantovani, Franco Tarditi – Edizione Dicembre 2007

19Dec
Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.