04 Mar

Aurelio Baruzzi (Lugo, 9 gennaio 1897 – Roma, 4 marzo 1985), Sottotenente di Fanteria di Lugo di Romagna e Medaglia d'Oro al Valor Militare, in vita.


"Comandante di un reparto bombardieri a mano, si slanciava, per primo, in un camminamento austriaco, catturandovi uomini e materiali. Due giorni dopo, accompagnato da soli quattro uomini, irrompeva in un sottopassaggio della ferrovia apprestato a difesa, contro il quale si erano spuntati gli attacchi dei due giorni precedenti, intimando audacemente la resa a ben duecento nemici, che venivano catturati unitamente a due cannoni e ricco bottino di armi e materiali. Più tardi, partecipava al passaggio a guado nell'Isonzo, si spingeva in Gorizia e nella stazione innalzava la prima Bandiera italiana". 

Gorizia , 6-8 agosto 1916 (Bollettino Ufficiale, 23 settembre 1916).


Con BARUZZI Aurelio, detto "Giò", Capitano degli Arditi, ricordo le altre 5 Medaglie d'oro al Valor Militare di Lugo di Romagna nella Grande Guerra:

BERTACCHI Giovanni – tenente complemento 157° rgt. fanteria;

BARACCA Francesco – maggiore "Piemonte Reale Cavalleria", 91ª Squadriglia aeroplani da caccia, Asso degli assi dell’aviazione italiana;

CALDERONI Antonio – Soldato 44º Rgt. fanteria della Brigata Forlì;

GRAMIGNA Pietro – Caporale, 3ª compagnia idrici speciale; 

PADOVANI Federico – Sottotenente complemento, 3° rgt.  Frecce Nere.

Per Tutti Loro, riporto le parole usate da Gabriele d'Annunzio nella commemorazione di Francesco Baracca:

...fra i più ammirevoli maschi generati dalla matrice ferrigna dove si stampa il meglio della gente di Romagna.

Onore


Gianluca RIGUZZI


Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.