UN NOBEL ANTICOMUNISTA


L'8 ottobre 1970, lo scrittore, drammaturgo e storico russo Alexander Solzenicyn, dissidente sovietico e fermo anticomunista, vince il premio Nobel per la Letteratura.