STORIA DEL SABRAGE O SCIABOLATA: L'ASPETTO SOCIALE


“Gesto guerriero divenuto sinonimo d’allegria grazie al fascino d’un vino! E quale altro vino potrebbe compiere questa prodezza più dello Champagne, la cui nascita e la cui immagine ripropongono infinite metamorfosi? Così s’avvera l’ultima contraddizione: grazie a questo magico vino di Champagne, l’arma, anziché imporre ordine, fa esplodere l’applauso!”


Questo breve aforisma storico del Principe Alain de Polignac già ci proietta in una dimensione sociale e comunitaria di festa, non scevro da un’elegante e velata natura goliardica e tradizionale: il rito di origine napoleonica del sabrage (o sciabolata) è una tradizione che fa dell’aspetto sociale e aggregante il suo punto di forza riportando gli ospiti in uno spirito amicale che affonda le sue radici nei vins d’honneur dell’Europa di metà ottocento e che da allora, pur avendo conosciuto flessioni dovute alle mode, è rimasta viva fino ai giorni nostri e a tal proposito si ricordi che il nostro Paese detiene il record mondiale per il maggior numero di bottiglie di champagne sottoposte a sabrage contemporaneamente (630 bottiglie, raggiunto in occasione della Sciabolata del Santero a Santo Stefano Belbo, giugno 2016). 

Ora si sta assistendo ad una sua vera e propria riscoperta dovuta a fattori economici di valorizzazione del prodotto Champagne o spumante italiano Metodo Classico, ma anche sociali come fenomeno rituale aggregante, da parte di associazioni universitarie italiane attente a una moderna salvaguardia della tradizione e Corpsstudenten austriaci e tedeschi. 

Considerando i suoi aspetti sociali è doveroso e opportuno citare le “confraternite” che operano nei territori in particolar modo in Italia e Francia una sua valorizzazione e che al loro interno accomunano gastronomi, maître d’hotel, chef, sommelier, giornalisti e ristoratori: l’antico "Ordre des Couteaux des Champagne" fondato nel 1650, la "Confreriè du Sabre d'Or" (fondata nel 1984 e con una specifica Ambasciata per l’Italia e la "Royale Confreriè Prestige des Sacre", la quale si occupa anche di beneficenza. L’Ordre organizza e accomuna alti personaggi del mondo della Gastronomia occupandosi nello specifico della tutela e valorizzazione dello Champagne, la Confraternita accomuna professionisti e sommelier per la diffusione del rito della sciabolata. 


Dr. Federico Giacomini

Sociologo · Assistente sociale · Esperto di progettazione sociale, Associazione Sociologi Italiani - Laboratorio Nazionale Sociologia · Ordine degli Assistenti Sociali · Società per la Storia del Servizio Sociale · Provveditore AIGS Laboratorio studi e ricerche Sociologia dell'alimentazione

Articolo pubblicato sulla rivista Taccuini Gastrosofici (già Taccuini Storici), Perugia, 2018