L'ULTIMO SAMURAI


Yukio Mishima, pseudonimo di Kimitake Hiraoka (Tokyo, 14 gennaio 1925 - Tokyo, 25 novembre 1970), è stato uno scrittore, drammaturgo, saggista e poeta giapponese. Ebbe notorietà anche come attore, regista cinematografico e cultore di arti marziali. Mishima fu uno dei pochi autori giapponesi a riscuotere immediato successo anche all'estero. Le sue numerose opere spaziarono dal romanzo alle forme modernizzate e riadattate di teatro tradizionale giapponese "Kabuki e No'", quest'ultimo rivisitato in chiave moderna. Il 25 novembre 1970, insieme ai membri più fidati del "Tate no Kai", occupa l'ufficio del generale Mashita dell'esercito di autodifesa. Dal balcone dell'ufficio, di fronte ad un migliaio di uomini, tiene il suo ultimo discorso per poi togliersi la vita tramite il suicidio rituale "seppuku".


Foto di copertina: Mishima arringa i membri del Tate no Kai e i militari, prima di suicidarsi tramite seppuku, da https://www.historytoday.com/archive/author-historian/portrait-author-historian-yukio-mishima


https://www.japantimes.co.jp/culture/2015/11/21/general/yukio-mishimas-enduring-unexpected-influence/