IL GIURAMENTO DEL GOVERNO PIU' A SINISTRA DELLA STORIA SPAGNOLA


DI ANDREA CARNINO

Oggi, lunedì 13 gennaio 2020, al Palazzo della Zarzuela, si è svolto il giuramento del nuovo Governo Spagnolo davanti a Re Felipe VI.

I nuovi 22 Ministri hanno giurato sulla Costituzione, aperta al Titolo IV, che tratta del Governo e dell'Amministrazione, alla presenza dei Presidenti di Camera, Senato, Corte Costituzionale, Corte Suprema e Consiglio Superiore della Magistratura.

Questo nuovo Esecutivo, il più a sinistra che la Spagna abbia mai avuto è formato da Psoe, il partito socialista, Podemos, il partito di estrema sinistra e Izquierda Unida, coalizione politica spagnola di sinistra radicale, d'ispirazione comunista e nasce grazie all’astensione di Esquerra repubblicana, il partito indipendentista catalano che, in cambio ha negoziato con il Governo per trovare una soluzione alla questione catalana.

Non dovrebbero esserci pericoli per la Monarchia perché i numeri del Governo in Parlamento sono veramente risicati, 167 voti a favore e 165 contrari alla Camera, lontano dalla maggioranza assoluta di 176 voti e lontanissimo dai due terzi necessari per modificare la Costituzione. In Senato la situazione è la stessa.

Il super repubblicano Pablo Iglesias è stato nominato Secondo Vicepresidente,
Ministro delle politiche sociali e Agenda 2030 ed ha dovuto giurare davanti al Sovrano.

Il giuramento del repubblicano Pablo Iglesias


Copyright photos: https://www.casareal.es/ES/Actividades/Paginas/actividades_actividades_detalle.aspx?data=14257