GIOVANNI CRISTOFORO BONAPARTE E OLYMPIA D'ARCO ZINNENBERG: LE NOZZE DI DUE DISCENDENTI DEL RE SOLE E DI VITTORIO EMANUELE II


DI ANDREA CARNINO

Il prossimo 19 ottobre all’Hotel des Invalides, Sua Altezza Imperiale Giovanni Cristoforo Bonaparte, Capo della Dinastia Napoleonica, sposerà la Contessa Olympia d’Arco Zinnenberg, rievocando così le nozze di Napoleone con Maria Luisa d’Austria del 1810.

Gli sposi e i Loro augusti antenati

Gli sposi, che sono più volte cugini hanno un albero genealogico che comprende esponenti di illustre Famiglie Reali e Nobiliari d’Europa.

Giovanni Cristoforo, nato nel 1986, è figlio di Carlo Napoleone Bonaparte e della Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie.

Il padre, che non è potuto diventare Capo della Casa Imperiale per le Sue posizioni di sinistra e per il divorzio dalla moglie è figlio di Luigi Bonaparte (Napoleone VI), che è stato Capo del Casato dal 1926 al 1997 e di Alix de Foresta.

La mamma Beatrice è figlia di Ferdinando Maria di Borbone delle Due Sicilie, che è stato Capo della Dinastia dal 1966 al 2008 e di Chantal de Chevron-Villette. Sorella di Carlo, attuale Pretendente al Trono delle Due Sicilie, Beatrice oggi è Gran Prefetto del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, l’Ordine religioso cavalleresco più antico del mondo, fondato dall’Imperatore Costantino nell’anno 313.

Ma Giovanni Cristoforo come discende da Napoleone I e da Napoleone III?

 Napoleone I aveva avuto un solo figlio legittimo dalla seconda moglie Maria Luisa d’Austria, Napoleone II, nato nel 1811 e deceduto nel 1832. Il ragazzo era stato Re di Roma dalla Sua nascita al 1814 e Imperatore dei Francesi dal 22 giugno al 7 luglio 1815.

Napoleone I

Alla caduta del padre, la madre è stata confermata dal Congresso di Vienna Duchessa di Parma e Piacenza, ma il ragazzo, per volere dell’Imperatore Francesco d’Austria, viene trattenuto alla Corte di Vienna con il titolo di Duca di Reichstadt, dove muore senza eredi nel 1832.

Gli succede come Imperatore titolare di Francia e Capo del Casato Bonaparte lo zio Giuseppe, fratello maggiore di Napoleone I, che non aveva però figli maschi legittimi.

Nel 1844, quando Giuseppe muore, gli succede allora il fratello minore Luigi, che era stato Re d’Olanda dal 1806 al 1810 e alla morte di questo nel 1846, Suo figlio Carlo Luigi. Nel 1848, anno della caduta della Monarchia di Re Luigi Filippo, Carlo Luigi Bonaparte viene eletto Presidente della Repubblica, e nel 1852 fa un colpo di Stato con il quale diventa Imperatore con il nome di Napoleone III.

Napoleone III

Napoleone III  regna  fino al 1870 quando, in seguito alla sconfitta militare nella Guerra Franco-Prussiana, finisce il Secondo Impero e il Monarca viene dapprima tenuto in custodia a Kassel in Assia e poi esiliato nel Regno Unito, dove si spegne nel 1873 e viene sepolto all’Abbazia di San Michele di Farnborough dove riposa tutt’oggi.

Il Capo del Casato diventa allora il figlio, il Principe Imperiale Napoleone Eugenio, che prende il none di Napoleone IV.

Napoleone IV

Dopo un matrimonio solo discusso e mai andato in porto con la Principessa Beatrice, ultimogenita della Regina Vittoria, il Principe insiste con le autorità britanniche per partecipare al conflitto contro gli Zulù, durante il quale, pur non essendo stato impegnato nei combattimenti, muore il primo giugno 1879 durante un attacco: il Suo decesso suscita un grande clamore in Europa mentre capi Zulu sostengono che, se avessero saputo chi era, non lo avrebbero mai ucciso. Il Principe viene sepolto a Farnborough dove riposa tutt’oggi insieme al padre e alla madre, l’Imperatrice Eugenia.

Le pretese passano allora ai discendenti di Girolamo Bonaparte, un altro fratello minore di Napoleone I: non al figlio Napoleone Giuseppe Carlo, detestato dal Principe Imperiale, ma al nipote Napoleone Vittorio, che prende il nome di Napoleone V, ma entra per questo in lite con il padre, il quale muore nel 1891.

Figlio di Napoleone Giuseppe Carlo e di Maria Clotilde di Savoia, a Sua volta figlia di Re Vittorio Emanuele II e chiamata  dagli abitanti di Moncalieri (la Principessa si era trasferita nel castello della città dopo la separazione dal marito) la “Santa” per le Sue opere benefiche,  Napoleone V sposa la  Principessa Clementina, figlia di Re Leopoldo II (il cui nonno materno era Re Luigi Filippo d’Orleans) e di Maria Enrichetta d'Asburgo-Lorena (i cui bisnonni paterni erano Francesco I di Lorena e l’Imperatrice Maria Teresa d’Austria). Nelle vene dei Bonaparte quindi scorre anche il sangue dei Sassonia Coburgo Gotha, la Dinastia che ha dato Re e Regina a mezza Europa.

Napoleone V

Le nozze tra Napoleone Vittorio e Clementina del Belgio vengono celebrate il 14 novembre 1910 al Castello di Moncalieri, dove viveva la madre dello sposo; va ricordato che la sorella di Napoleone Vittorio, Maria Letizia Bonaparte, aveva sposato lo zio materno Amedeo di Savoia, figlio di Vittorio Emanuele II e Re di Spagna dal 1870 al 1873 nonchè vedovo di Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna.

La nuova Coppia Imperiale, non potendo vivere in Francia, si trasferisce a Bruxelles, dove nascono due figli: Maria Clotilde nel 1912 e Luigi Girolamo nel 1914.

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale la famiglia si trasferisce nel Regno Unito presso l’Imperatrice Eugenia, vedova di Napoleone III: qui compie numerose opere di carità soprattutto in favore dei soldati.

L’Imperatrice trasforma infatti la Sua casa di Farnborough Hill in un ospedale militare preoccupandosi di acquistare sempre le ultime macchine mediche disponibili sul mercato. Lei stessa, per quello che le permette l’età, si occupa dei pazienti, andandoli a trovare e conversando con loro.

Al termine della Guerra, è grazie ad una lettera scrittaLe nel 1871 dall’Imperatore Guglielmo I di Germania, in cui questi dichiarava che l’annessione di quei territori era stata determinata da fattori politici e bellici e non per spirito nazionale e di popolo, da Eugenia debitamente conservata, che Alsazia e Lorena tornano ad essere francesi: questa lettera si rivela fondamentale ai trattati di pace per reclamare le due regioni sulla base del principio di autodeterminazione dei popoli. Ma siccome la riconoscenza non è di questo mondo, la Francia ringrazia a malapena l’Imperatrice ed alla Sua morte, avvenuta nel 1920, non è nemmeno capace di tributarLe un funerale di Stato.

L'Imperatrice Eugenia rende visita ai soldati feriti nel 1914

Alla morte di Napoleone V nel 1926 gli succede il figlio Luigi Girolamo con il nome di Napoleone VI; gran seduttore alto quasi due metri, il 16 agosto 1949 sposa a Linières-Bouton (e non all’Hotel del Invalides come avrebbe voluto, ma è ancora in Francia a titolo ufficioso in quanto nel Paese vige ancora la Legge dell’Esilio per i Capi di Casa Reale ed il Loro primogenito) Alix de Foresta, figlia del Marchese Albéric de Foresta.

Napoleone VI e la moglie Alix de Foresta

Dalla Loro unione nascono 4 figli, tra i quali Carlo Napoleone nel 1950.

Napoleone VI muore il 3 maggio 1997 nella Sua residenza in Svizzera all’età di 83 anni. Nel Suo testamento nomina come successore il nipote Giovanni Cristoforo, nato nel 1986 e non il figlio, colpevole di essere di sinistra e di aver divorziato dalla moglie.

Al funerale, celebrato all’Hotel des Invalides, presenziano molte personalità civili e militari e sono rappresentate diverse Case Reali. Il Generale Schmitt, ex Governatore des Invalides, gli rende un vibrante elogio e saluta l’uomo che aveva l’onore di chiamarsi Napoleone Bonaparte. Seguirà una cerimonia alla Cripta Imperiale di Ajaccio, dove la Sua salma riposa.

Il figlio Carlo, laureato in Scienze Economiche all’Università Sorbona di Parigi, si è sposato in prime nozze con Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, dalla quale ha avuto due figli:

La Principessa Carolina, nata nel 1980 e che nel 2009 ha sposato Éric Quérénet-Onfroy de Breville

Il Principe Giovanni Cristoforo, nato nel 1986

Carlo Bonaparte

Beatrice di Borbone delle Due Sicilie

Dopo il divorzio il Principe ha sposato in seconde nozze nel 1996 Jeanne Françoise Valliccioni con la quale aveva già avuto una figlia, Sofia nata nel 1992. La coppia ha anche adottato una ragazza: Anh, nata nel 1998 in Vietnam.

Giovanni Cristoforo, che porta il nome di Napoleone VII, nel 2002, a 16 anni, in occasione della festa per i 18 anni del Principe Felix del Lussemburgo, conosce la Contessa Olympia d’Arco-Zinnenberg allora quattordicenne.

Il Principe, per via di Sua madre, Beatrice delle Due Sicilie ha un’illustrissima ascendenza: la Principessa discende per via paterna, oltre che dai Sovrani delle Due Sicilie anche dall’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, da Re Carlo IV di Spagna, Re Carlo III di Spagna (Sovrano di Spagna dal 1759 al 1788, Duca di Parma e Piacenze dal 1731 al 1735, Re di Napoli dal 1734 al 1759 e Re di Sicilia dal 1735 al 1759) Re Augusto III di Polonia, Re Filippo V di Spagna (il nipote del Re Sole che per diventare Re di Spagna con il trattato di Utrecht rinunciò per sé e per i Suoi discendenti al Trono di Francia), il Re Sole e tutti i Suoi antenati paterni, l’Imperatore Carlo V, la Nobile Famiglia dei Visconti di Milano, i Della Scala, Signori di Verona, i Medici e Radbot, fondatore della Dinastia degli Asburgo, solo per citarne alcuni.

L'attuale Famiglia Reale delle Due Sicilie: la Principessa Beatrice è sorella del Capo del Casato Carlo, Duca di Castro

Alix de Foresta Bonaparte

Giovanni Cristoforo alle commemorazioni per i 200 anni dalla Battaglia di Waterloo nel 2015 incontra Napoleone I

Giovanni Cristoforo, la fidanzata Olympia e la mamma Beatrice lo scorso 5 maggio alla commemorazione di Napoleone all'Hotel des Invalides

La sposa, la Contessa Olympia d’Arco Zinnenberg, è figlia del Conte Riprand e dell’Arciduchessa Maria Beatrice d’Asburgo-Este.

Suo padre è figlio del Conte Ulrich e di Maria Teresa von Preysing. La nonna materna di Riprand era la Principessa Gundelinde di Baviera, figlia di Re Ludovico III e di Maria Teresa Enrichetta d'Asburgo-Este, a Sua volta nipote di Francesco IV, penultimo Duca di Modena e Reggio Emilia e di Maria Beatrice di Savoia (primogenita di Vittorio Emanuele I).

Se dalla parte del padre Olympia vanta come antenati i Principi Austriaci Auersperg, i Lobkowicz, i Waldburg-Zeil, l’Imperatrice Maria Teresa d’Austria e Carlo V, l’albero genealogico della sposa è ricco soprattutto dalla parte di Sua madre: l’Arciduchessa Maria Beatrice è la primogenita dell’Arciduca Roberto d’Asburgo-Este, figlio del Beato Carlo I e dell’Imperatrice Zita di Borbone di Parma e quindi fratello minore del grande Otto d’Asburgo.

Da sinistra: Lorenzo e Astrid del Belgio, zii materni della sposa, la Granduchessa di Lussemburgo e i genitori della sposa. La foto è stata scattata nel settembre 2018 in occasione delle nozze della sorella minore di Olympia

La mamma di Maria Beatrice è Margherita di Savoia-Aosta, figlia di Amedeo di Savoia-Aosta, eroe dell’Amba Alagi e di Anna di Francia. Margherita, che il prossimo anno festeggerà 90 anni, è cugina di primo grado di Amedeo di Savoia, che contende a Vittorio Emanuele le pretese al Trono d’Italia.

Margherita di Savoia-Aosta con il figlio Martino nel 2009 alle nozze del Principe Ereditario di Francia

La sposa discende quindi tramite Sua madre da Re Vittorio Emanuele II, il padre della Patria, dal Duca d’Orleans, fratello minore del Re Sole, da Re Luigi Filippo di Francia e dalla moglie Maria Amalia di Borbone delle Due Sicilie, dai Duchi di Parma, da Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena, fratello minore dell’Imperatore Francesco Giuseppe, dai Sovrani del Portogallo, da Filippo V di Spagna (che per diventare Re di Spagna rinunciò ad ogni pretesa al Trono francese con il Trattato di Utrecht), dall’Imperatrice Maria Teresa, dal Re Sole e da Carlo V.

Suo zio Lorenzo ha sposato la Principessa Astrid del Belgio, sorella dell’attuale Monarca mentre l’altro zio Martino ha sposato Caterina di Isenburg, sorella della moglie del Pretendente ai Troni di Germania e Prussia.

Gli sposi hanno quindi molti antenati illustri in comune: Re Vittorio Emanuele II d’Italia, Re Luigi Filippo d’Orleans, l’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, Re Filippo V di Spagna e il Re Sole.

Non c’è da stupirsi quindi se queste nozze si trasformeranno in una grande riunione di membri del Gotha.

Sua Altezza Reale Giovanni IV d’Orleans, Conte di Parigi, discendente diretto di Re Luigi Filippo dei Francesi e Pretendente al Trono Reale di Francia, ha già annunciato la Sua presenza.


Copyright photos: Wikipedia; Pinterest; Noblesse et Royautes; sito della Casa Reale delle Due Sicilie