CAPORETTO, RISPONDE CADORNA


Senigallia, 9-XII-2019


Sabato 7 dicembre 2019, si è svolto c/o il Circolo Ufficiali di Bologna l'evento "Caporetto: risponde Cadorna", organizzato dall'Isituto Nastro Azzurro fra i decorati al Valor Militare, il Circolo "Dante Alighieri", il Club Reale Italiano, le Guardie d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon e il Centro Studi "Oddone". 

Dopo i saluti del Vicepresidente della federazione bolognese dell'Istituto Nastro Azzurro fra i decorati al Valor Militare, Davide Nanni, il Cav. Giovanni Ruzzier ha letto il messaggio accorato di S.A.R. il Duca Amedeo di Savoia-Aosta.

Quindi il Prof. Mola ha tenuto una lectio magistralis che ha delineato, in maniera impeccabile, la complessa cornice storica entro cui collocare la figura del Gen. Luigi Cadorna.

Il pubblico presente ha potuto poi rivivere, passo dopo passo, attraverso le parole del nipote del Generale, Col. Carlo Cadorna, le sensazioni, le tattiche, le delusioni, gli eroismi di un'Italia intera che lottava per affermare i suoi confini. Fra il rumore dei cannoni ed il freddo delle trincee nevose, si andava maturando quella Vittoria che gli italiani hanno pagato con il sangue.  

Ecco allora che il Generale, denigrato da una vulgata faziosa, recupera il suo valore di Uomo e di Soldato e Caporetto, da sempre sinonimo di disfatta ed ignominia, acquisisce il significato di sconfitta tattica ma, nel contempo, di vittoria strategica. 

Come recitava il sottotitolo della locandina dell'evento, grazie alle preziose testimonianze di tutti coloro che sono intervenuti in questa occasione, "la figura e l'opera di Cadorna vengono consegnate alla storiografia, al di là di ogni disputa contingente".


Giovanni Flamma