30 ANNI FA MARGHERITA DI ROMANIA METTEVA PIEDE IN PATRIA PER LA PRIMA VOLTA


DI ANDREA CARNINO

Il 18 gennaio 1990, poco dopo la caduta del Muro di Berlino, i Paesi dell’Est Europa si liberavano dall’incubo del comunismo e Margherita di Romania, accompagnata dalla sorella Sofia, metteva piede per la prima volta in quel Paese di cui Suo padre Re Michele le aveva tanto parlato, del quale sentiva la mancanza e il desiderio di farle qualcosa per la Sua gente.

Questa prima visita è durata 8 giorni, durante i quali le Principesse hanno visitato ospedali, orfanotrofi, vecchie case e villaggi in rovina, scoprendo il dramma di decine di migliaia di bambini imprigionati nei 600 orfanotrofi che vivevano in condizioni miserabili ed erano infettati da virus.

Profondamente scioccata dalle atrocità commesse dal regime comunista, Margherita lancia numerosi appelli internazionali per aiutare il Suo popolo e decide di creare la Fondazione Principessa Margherita, che si pone i seguenti obiettivi:

migliorare le condizioni di vita dei bambini e dei giovani, delle famiglie a rischio povertà e degli anziani;

stimolare la solidarietà tra le generazioni e creare ponti di comunicazione tra i giovani e gli anziani;

contribuire allo sviluppo istituzionale delle ONG che lavorano con i bambini e gli anziani;

stimolare la creatività e il talento locale.

Da allora la fondazione ha raccolto oltre cinque milioni di euro, attraverso i quali ha contribuito allo sviluppo della società civile rumena. E’ proprio grazie all’ente che Margherita ha conosciuto il marito Radu: egli infatti lavorava come terapeuta in orfanotrofi.

Per il Re la strada è stata meno facile: tornato per la prima volta in Patria nel 1990 per rendere omaggio ai Suoi antenati sepolti al Mausoleo Reale di Curtea de Arges ma l’allora Presidente Ion Iliescu, temendo un ritorno della Monarchia, fa subito ricondurre il Sovrano alla frontiera e la Televisione Nazionale lo qualifica come Pretendente. Michele rimette piede in Romania nel 1992 per trascorre le vacanze di Pasqua e viene acclamato da un milione di persone, spaventando nuovamente Ion Iliescu, che lo esilia nuovamente. Margherita per fare in modo che il padre assista alle Sue nozze nel 1996, è così costretta a sposarsi in Svizzera.

L’anno seguente Ion Iliescu viene sconfitto alle elezioni e il nuovo Presidente Emil Constantinescu riabilita la Famiglia Reale, alla quale vengono restituite molte proprietà.

Il 25 ottobre 2011, in occasione dei Suoi 90 anni, vengono organizzati molti eventi, tra i quali un grande concerto al Teatro Nazionale, alla presenza del Gotha europeo. In quell'occasione il Re ha pronunciato il Suo discorso davanti al Parlamento riunito in sessione solenne.

Margherita al Castello di Peles nel 2014 in occasione del ricevimento del Corpo Diplomatico

Nel 2016 al Re viene diagnosticata una leucemia e decide allora di ritirarsi dalla vita pubblica e nominare reggente della Casa Reale la figlia Margherita, che l’anno prima era diventata Presidente della Croce Rossa. Il Sovrano muore il 5 dicembre 2017 ed ai funerali di Stato partecipano molte Teste Coronate Europee.

Il discorso di Margherita in Romania in Parlamento riunito in sessione solenne dopo la morte del Re

Il funerale di Stato di Re Michele: in prima fila da sinistra la Regina di Grecia, il Principe Carlo del Regno Unito, il Re e la Regina di Spagna, il Granduca del Lussemburgo, la Regina di Svezia e il Re di Svezia.

Gli succede la figlia Margherita alla quale viene attribuito il titolo di Sua Maestà.

Oggi in Romania Monarchia e repubblica convivono pacificamente nell’interesse della Nazione e quella stessa Televisione Nazionale che nel 1990 aveva qualificato Re Michele come Pretendente, ora trasmette il discorso di Natale di Margherita e dedica ampi servizi alle Sue cerimonie.

Il tutto con buona pace dell’ex Presidente Ion Iliescu, il quale è oggi processato per crimini contro l’umanità: i fatti risalgono al periodo comunista del Paese, ma il processo è stato sospeso per il degradarsi delle sue condizioni di salute.

Margherita stringe la mano al Presidente della repubblica lo scorso novembre

Margherita e Radu di Romania nella Sala del Trono Palazzo Reale di Bucarest in occasione del ricevimento in onore del Corpo Diplomatico lo scorso novembre


Per celebrare i 30 anni dal ritorno di Margherita nel Paese sono stati organizzati una serie di eventi, il primo dei quali è stato la presentazione, alla libreria Cărturești Carusel di Bucarest, di due libri:

“Il mondo di Sua Maestà”, il quale contiene testimonianze su Margherita di ogni membro della Famiglia Reale, del Principe Carlo del Regno Unito e di Leka II d’Albania e “Margherita: Tre decenni della Corona”.

La festeggiata era accompagnata dal marito Radu e dalle sorelle: Sofia ed Elena insieme al marito Alexander.

Un gran numero di persone provenienti da tutto il Paese hanno presenziato all’evento, insieme a ospiti da Svezia, Paesi Bassi, Belgio, Francia, Svizzera, Spagna, Albania, Stati Uniti e Regno Unito.

Oggi, sabato 18 gennaio, si terranno due concerti: uno al Teatro Nazionale ed un altro in serata all’Ateneo di Bucarest, che verrà trasmesso in diretta dalla Televisione Nazionale e dalla radio.

Da sinistra: Margherita, il marito Radu, la Principessa Elena, il marito Alexander e la Principessa Sofia


Copyright photos: blog del Principe Radu