29 MARZO 1920


Nasceva l'artigliere, reduce ed ex POW Paolo Ricci: a lui, l'onore delle armi in occasione del suo 100° compleanno, attraverso le parole di Giovanni Ruzzier.


UN AUGURIO

Nella veste di “socio Onorario” dell’Associazione “Zonderwater Block” del Sud Africa, ritengo doveroso ricordare un Artigliere, ex Pow, Reduce, ma sopratutto un Italiano: Paolo Ricci che oggi 29 marzo 2020 compie 100 anni!

Nativo di Savignano di Romagna, l’attuale Savignano sul Rubicone il 29 marzo 1920, giovane ventenne venne richiamato alle armi e trasferito in  Africa durante la seconda Guerra Mondiale, fu fatto prigioniero dagli inglesi  e avviato in un  campo di progionia in Sud Africa dove per lui si aprirono i cancelli del più grande campo di prigionia. Il “Zonderwater Block”.

Terminata la guerra, fu uno dei 990 ex POW che scelsero di vivere in Sud Africa. Il Ricci si stabilì  a Pretoria. Sposò una ragazza figlia di italiani dalla quale ebbe due figli, viventi.

Paolo RICCI non potrà festeggiare  il suo 100esimo compleanno al Circolo Italiano  di Pretoria, del quale è stato presidente per lunghissimo tempo,  alla cerimonia che gli è stata organizzata anche con la presenza dell’Ambasciatore d’Italia a Pretoria dott. Paolo CUCULI unitamente ai famigliari, amici e conoscenti, ma sopratutto dai componenti dell’Associazione Zonderwater Block, causa il “coronavirus” che anche in Sud Africa ha imposto il “restate a casa”! 

Dal 1947 il Ricci fu il primo a prendersi cura del Cimitero Militare di Zonderwater per mantenere viva la memoria dei suoi commilitoni di prigionia.

Lo ricordo e gli porgo i più fervidi auguri, anche a nome del nostro Circolo Monarchici “Dante Alighieri” – Patto per la Patria, riconoscendogli, come si usa dire: l’ONORE DELLE ARMI per aver servito la Patria con onore e con fedeltà al giuramento prestato.


Giovanni Ruzzier