28 MARZO 1923


Giornata celebrativa della fondazione dell'Aviazione italiana. Annuale dell'Aeronautica.


28 MARZO 1923


Il 28 marzo 1923 viene istituita la Regia Aeronautica che diventa, in breve tempo, una delle tre forze armate del Regno d'Italia, assieme al Regio Esercito e alla Regia Marina.

Nel suo primo gabinetto (1922) Benito Mussolini elesse i due direttori generali Giulio Douhet, per l’aeronautica militare, e Arturo Mercanti per l’aviazione civile.

Dopo l’istituzione, il 24 gennaio 1923, di un Commissariato per l’Aeronautica, la Regia Aeronautica venne istituita con il Regio Decreto n.645 del 28 marzo 1923: ad essa erano affidate tutte le forze aeree militari del Regno e delle colonie dell’esercito e della marina. Il primo comandante dell’aeronautica (la carica di capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica non era stata ancora istituita) fu il generale Pier Ruggero Piccio, già asso dell’aviazione. Il generale volle subito iniziare a rendere l’aeronautica un’Arma all’altezza del compito. Impose a tutti quelli che avevano richiesto di farne parte come piloti, di prendere il brevetto relativo. 

Il pomeriggio del IV novembre (quinto anniversario della fine della prima guerra mondiale) venne consegnata la bandiera all’arma aeronautica. Sempre del novembre 1923 è la nascita dell’Accademia Aeronautica.

Il primo capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica fu lo stesso generale Piccio, in carica dal 1925. Il XXX agosto dello stesso anno la Regia Aeronautica viene ufficialmente innalzata allo stesso livello della marina e dell’esercito con la costituzione del Ministero dell’Aeronautica, con tre Direzioni generali: Personale militare e Scuole aeronautiche, Personale civile aeronautico e Genio aeronautico.

La politica estera del regime fascista la vide impegnata nel 1935-1936 nella guerra d’Etiopia e, dal 1936 al 1939, nella guerra civile spagnola dove fu attiva l’Aviazione Legionaria. 

Successivamente, dal 1940 al 1943, prese parte alla seconda guerra mondiale nel corso della quale, in seguito all’armistizio di Cassibile reso noto l’8 settembre 1943, i suoi uomini si divisero tra l’Aeronautica Cobelligerante, fedele al Regno del Sud, e l’Aeronautica Nazionale Repubblicana, forza armata della Repubblica Sociale Italiana di Benito Mussolini.


Circolo monarchico "Dante Alighieri - Patto per la Patria"