28 GENNAIO 1794


Combattè le guerre di Vandea per difendere il Trono e l'Altare, in una parola la Tradizione. 

La sua vita fu stroncata da un agguato: durante uno scontro vide due granatieri avversari in fuga, si mise a cavallo, accompagnato dai suoi uomini,  per inseguirli. Uno dei due, mentre era ancora celato alla vista del generale si nascose dietro un cespuglio in modo da fungere da esca e consentire all'altro di scappare. Il soldato nascosto puntò l'arma su uno dei cavalieri che inseguivano il suo compagno, ma La Rochejaquelein lo vide e si lanciò su di lui per bloccarlo. Questi non stette a guardare e sparò in fronte al Conte, ferendolo mortalmente.


 "Se avanzo seguitemi, se indietreggio uccidetemi, se mi uccidono vendicatemi."


Manuel Berardinucci