NOZZE GRANDUCALI IN MECLEMBURGO – I DETTAGLI SUGLI SPOSI


Ieri sera la Famiglia Granducale del Meclemburgo ha annunciato il fidanzamento ufficiale del Principe Alessandro, erede al trono di questo storico Stato tedesco, con la borghese Hande Macit. Ma chi sono esattamente gli sposi? Alessandro, nato il 17 luglio 1991 a Friburgo in Brisgovia, è figlio del Granduca Borwin e della Granduchessa Alice. Ha una sorella, la Duchessa Olga, nata nel 1988 e un fratello il Duca Carlo Michele, nato nel 1994. Nella figura di suo padre si sono uniti i due Granducati di Meclemburgo. Lo sposo è infatti membro del Casato di Meclemburgo-Strelitz, che suo padre guida dal 1996. Borwin dal 2001 ha ereditato anche il Meclemburgo Schwerin; quell’anno infatti è morto senza figli Federico Francesco V, figlio dell'ultimo Sovrano regnante Federico Francesco IV. Il defunto aveva due nipoti, ma essendo in vigore la legge salica, le donne non possono ereditare diritti al trono. I due Stati di Meclemburgo hanno fatto parte della Germania dell’Est e quindi tutte le proprietà delle relative dinastie sono state espropriate dai comunisti. Con la caduta del Muro di Berlino alcune sono state restituite e l’attuale Famiglia Granducale utilizza per le sue cerimonie il Castello di Mirow, dove si trova la Cripta Principesca. Hande Macit, nata nel 1992 è di origine turca. Lei e suo fratello Kerem hanno studiato nei Paesi Bassi e durante questo periodo sentivano la mancanza dello yogurt fresco. Dopo essersi laureati in economia internazionale all’ Università Erasmus di Rotterdam hanno fondato l’azienda Luwia Yoghurt, che produce yogurt probiotici a fermentazione lenta. Il latte utilizzato proviene da mucche allevate nelle vicinanze. Per la produzione degli yogurt è stata scelta un’antica tecnica già utilizzata dai Luvi in Anatolia nell’Età del Bronzo 11 mila anni fa. Le nozze verranno celebrate una volta terminata l’emergenza sanitaria. Questo è il sito dei prodotti di Hande Macit: https://www.ambachtenrotterdam.nl/ambachten/yoghurtmakerij-luwia/



I Granduchi del Meclemburgo al Castello di Mirow

Testo di Andrea Carnino

Fonte foto: https://www.facebook.com/HausMecklenburg