MESSAGGIO DI S.A.R. IL PRINCIPE AMEDEO DI SAVOIA


Messaggio del X ottobre MMXX, in occasione del Convegno “Il regno di Vittorio Emanuele III - Gli anni delle tempeste, 1938-1946”, tenutosi a Vicoforte – Casa Regina Montis Regalis.


Autorità, Illustri Signori e Gentili Signore,

il sottotitolo del convegno cui partecipate recita:

Vittorio Emanuele nella tempesta”.

E’ un arduo compito quello che verrà svolto dai relatori.

Vittorio Emanuele III, 46 anni di regno, in ogni momento Re costituzionale, ma nello stesso tempo costretto dalle vicissitudini della nostra storia nazionale ad assumere, in momenti difficili, talora tragici, decisioni non facili e spesso ingiustamente criticate.

Non mi permetto di entrare nello spirito del convegno, perché tra di Voi ci sono personalità di spicco della cultura provenienti da varie Università nazionali, storici e politici che avranno modo di sviscerare al meglio, in un clima che mi auguro sia sereno e proficuo, la figura di questo Sovrano che amò la Patria e per essa sacrificò tanto di sé e della Sua Famiglia.

Ringraziando L’Associazione di studi storici Giovanni Giolitti ed i vari Enti ed Istituti che hanno aderito a questo incontro, il prof. Aldo A. Mola e con lui tutti gli illustri Relatori, sono lieto di far pervenire a Loro ed a tutti i partecipanti il mio cordiale, beneaugurante saluto.

Da Castiglion Fibocchi, 10 ottobre 2020


AMEDEO DI SAVOIA