XXV DICEMBRE: SANTO NATALE DI NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO


Ps. 2, 7- Dóminus dixit ad me:  Fílius meus es tu, ego hódie génui te.  Ps. ibid., 1 Quare fremuérunt gentes:  et pópuli meditáti sunt inánia? (Ad primam Missam in nocte, Missale Romanum a.D. 1962 promulgatum)

Sal. 2, 7 - Il Signore disse a me: tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato. Sal. 2, 1 - Perché si agitano le genti: e i popoli ordiscono vani disegni? (Santa Messa della Mezzanotte).


IN NATIVITATE DÓMINI NOSTRI IESU CHRISTI

Santo Natale di Nostro Signore Gesù Cristo


Deus, qui hanc sacratíssimam noctem  veri lúminis fecísti illustratióne claréscere:  da, quæsumus; ut,  cujus lucis mystéria in terra cognóvimus,  ejus quoque gáudiis in cælo perfruámur:  Qui tecum vivit et regnat,  in unitáte Spíritus Sancti, Deus, per ómnia sæcula sæculórum.  (Ad primam Missam in nocte, Oratio, Missale Romanum a.D. 1962 promulgatum)

O Dio, che questa notta sacratissima hai rischiarato coi fulgori della vera Luce, concedici, Te ne preghiamo, che di Colui del quale abbiamo conosciuto in terra i misteriosi splendori, partecipiamo pure i gaudii in cielo: Egli che è Dio, e vive e regna con Te nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i sécoli dei sécoli.