Sabato 16 ottobre Venezia ha avuto il suo matrimonio nobiliare: la Contessa Vera Arrivabene-Valenti-Gonzaga ha sposato il Conte Briano Martinoni Caleppio. 

La cerimonia si è tenuta nella Chiesa di San Pantalon, a due passi dal cinquecentesco Palazzo Papadopoli, dove vive la famiglia della sposa.

Vera, nata il 18 agosto 1993, è la seconda figlia del Conte Giberto e di Bianca di Savoia-Aosta, a sua volta primogenita del defunto Duca Amedeo d’Aosta e della sua prima moglie Claudia di Francia.
Suo padre è esponente di una nobile famiglia mantovana che ha avuto origine dalle nozze tra il Conte Francesco Arrivabene (1783-1862) e Teresa Valenti Gonzaga (1793-1871). La famiglia di Teresa era di origini longobarde e nel 1518, per i servizi resi al Marchese di Mantova, ha avuto il privilegio di aggiungere Gonzaga al cognome Valenti. 

Vera, insieme a sua sorella Viola, ha creato la marca di scarpe ViBi Venezia che produce le calzature tipiche dei gondolieri. Lei si occupa del design, Viola del marketing. 

Lo sposo è figlio del Conte Paolo Martinoni Caleppio e di Barbara Parodi Delfino. E’ amministratore e partner del brand ecosostenibile “‘C’est la vie”. 

La sposa, arrivata in gondola insieme al papà Giberto, portava un abito firmato Prada ed aveva tra i capelli un diadema di sua nonna paterna, Graziella Brandolini D’Adda. 

Dopo la cerimonia gli sposi hanno lasciato la chiesa a bordo di una gondola, salutati da amici e parenti che si sono posizionati sulla riva del canale. 

E’ seguito un grande ricevimento a Palazzo Papadopoli. 

Tra gli illustri ospiti, Aimone di Savoia e Olga di Grecia, Duca e Duchessa di Savoia e d’Aosta, nonché zii materni della sposa e molti membri dell’aristocrazia italiana.

Testo di Andrea Carnino

Foto su questo link:

http://www.noblesseetroyautes.com/vera-arrivabene-un-beau-mariage-venitien/