LE RECENTI ATTIVITA' DI NICOLA DI ROMANIA


Sabato 8 maggio a Bădăcin, in Transilvania, il Principe Nicola di Romania ha presenziato ad un evento commemorativo presso la casa natale di Iuliu Maniu, uomo che fu Primo Ministro dal 10 novembre 1928 al 6 giugno 1930 e che aiutò Re Michele a deporre il generale Ion Antonescu, salvando così la vita a molti ebrei. Durante la cerimonia è stato presentato al pubblico il pianoforte di Cecilia Maniu, sorella del grande patriota, totalmente restaurato e riportato all’antico splendore. Nicola, che nella settimana precedente era stato in loco per promuovere alcuni marchi della zona, è stato accolto con il pane e con il sale, così come vuole la tradizione per le Teste Coronate ed i Principi nell’Est Europa. 

La casa della famiglia Maniu durante il regime comunista è stata adibita a magazzino e poi in un centro per bambini con gravi disabilità. Nel 2015 sono iniziati i lavori di ristrutturazione e dal 2019 è aperta al pubblico. 

La giornata si è conclusa sulla collina di Ţarinei, dove riposano i genitori del politico e sua sorella. Qui si è tenuta una Messa commemorativa.

Foto su questo link: 

https://www.graiulsalajului.ro/acasa-la-iuliu-maniu-in-dealul-tarinei-canta-iarasi-pianul-a-135112?fbclid=IwAR3TCHVlD7un3GpM3x0O3wU_I5J6iBWu7KNapjyt4Juv0peXohe4cuTSS_Q

Il 10 maggio, in occasione della Festa del Re, è stato ospite d’onore all’Università di Pitești, dove si è tenuto il convegno “Romania dal Regno alla Repubblica nell'UE”. Ospite del Rettore, Nicola vestiva abiti tradizionali e nel suo discorso ha elogiato la diversità culturale del Paese. Per il Principe, uno degli anni più importanti della storia rumena il 1877 perché ha visto la Romania diventare uno Stato sovrano a tutti gli effetti, con a capo Carlo I.

Foto su questo link:

https://ziarulargesul.ro/principele-nicolae-a-dat-costumul-la-patru-ace-pe-o-ie-de-la-valeni/?fbclid=IwAR2dF0B_JiqnTfZQTln9aKGY2RouHWRtOH_2wlNNy9I3eawBGusjmddyGXU

Il Principe recentemente ha visitato il Distretto di Buzău, recandosi al Museo dell’Ambra di Colți, dove ha ammirato le affascinanti mostre, molte delle quali uniche in Europa. Molto semplice con le persone, vestito con t-shirt, jeans e scarpe da ginnastica, davanti a tante meraviglie ha gioito come un bambino che scopre un giocattolo. Ad Aluniș ha visitato i 29 insediamenti rupestri, alcune dei quali risalanti al Neolitico. Essi sono scavati nelle rocce modellate dall'acqua che scorre verso valle. Questo viaggio di Nicola è stato ampiamente riportato da Campus TV.

Foto su questo link:

http://www.campusbuzau.ro/print-si-calator-pe-plaiuri-buzoiene-omul-din-spatele-principelui-nicolae/?fbclid=IwAR0LA3uy3gdpLNKl1OpVHM52KSf2he4Z1CKWlY-Em2yhc_oSrkswmYvDRuY

L’attività di promozione del territorio di Nicola è proseguita il 19 maggio, quando si è recato nel Parco naturale Vânători-Neamț, nella Romania nord-orientale, uno dei pochi posti in cui si può vedere il bisonte europeo. Accompagnato dal Direttore del parco, ha ammirato i bisonti ed i numerosi alberi secolari. Appassionato di natura, escursionismo e promozione dei valori rumeni, Nicola ha creato il progetto “Prince and Traveller", volti alla promozione dei villaggi rumeni.

Foto su questo link:

https://www.ziartarguneamt.ro/foto-printul-nicolae-vizita-surpriza-in-tinutul-zimbrului-din-judetul-neamt?fbclid=IwAR148HUwYImSpENkw-hDEzddVGb0m9Tj0xNvlgecmuM6y4hPWwDk-qmsQkU

Il 20 maggio, in occasione della Giornata mondiale delle api, Nicola ha pubblicato le foto del suo alveare. Un altro importante progetto del Principe è quello mirato alla promozione dei marchi rumeni nel mondo, incluse le imprese agricole che coltivano con metodi biologici.

Testo di Andrea Carnino

Fonte foto: pagina Facebook del Principe Nicola