LE NOZZE DI FLAMINIA DI HOHENZOLLERN-SIGMARINGEN


L’antico Principato di Hohenzollern-Sigmaringen è un territorio che sembra uscito dalle favole, caratterizzato dal verde della foresta nera e dal blu del Danubio. 

Un luogo come se ne vedono nei film di Natale che parlano di Principi che si innamorano di ragazze borghesi.


Nella realtà il Principe Carlo Federico di Hohenzollern Sigmaringen, capo del ramo principesco e cattolico della Famiglia Imperiale tedesca, dalla prima moglie, la Contessa Alessandra Schenk von Stauffenberg, ha avuto tre femmine ed un maschio: il Principe Ereditario Alessandro, nato nel 1987, la Principessa Filippa, nata nel 1988, la Principessa Flaminia, nata nel 1992 e la Principessa Antonia, nata nel 1995. 

Tre di questi non sono ancora sposati, mentre Flaminia il 26 giugno 2021 ha sposato nel Castello di Sigmaringen, un imponente maniero risalente all’XI secolo ed ubicato sulla riva del Danubio, il Barone ungherese Károly von Stipsicz de Ternova. Lo sposo, nato il 13 giugno 1990 a Vienna, è il secondo figlio del Barone Karl e della Baronessa Elisabetta. Suo fratello maggiore ha sposato la Principessa Paola di Auersperg, esponente di una celebre Famiglia Principesca austriaca. Suo fratello e sua sorella minore, il Barone Otto e la Baronessa Francesca, sono gemelli. 

Karl e Flaminia, entrambi appassionati di sport invernali, si sono fidanzati ufficialmente su una funivia. 

La cerimonia religiosa ha avuto luogo nella chiesa barocca dedicata a San Giovanni Battista. La sposa aveva fra i capelli il diadema composto da trifogli fatti di diamante, portato per tradizione dalle donne del suo casato in occasione delle nozze. 

Questo è stato il primo matrimonio celebrato al Castello di Sigmaringen dopo tanti anni: il Principe Carlo Federico si era infatti sposato in prime nozze nell’Arciabbazia San Martino di Beuron ed in seconde nozze al Castello di Umkirch. 

Alle cerimonia hanno preso parte Giorgio Federico e Sofia di Germania, rispettivamente Kaiser e Kaiserina titolari, nonché molti membri della nobiltà tedesca.


Fonte foto: Point de Vue numero 3804