IL BRASILE CELEBRA 200 ANNI DI INDIPENDENZA ALLA PRESENZA DELLA FAMIGLIA IMPERIALE


Il prossimo anno il Brasile celebrerà 200 anni di indipendenza dal Portogallo. Il Paese era stato una colonia portoghese da inizio XVI secolo e nel 1807, in seguito all’invasione portoghese ad opera di Napoleone, Re Giovanni VI trovò rifugio nel Paese sudamericano. Nel 1821 esso tornò a Lisbona, nominando suo figlio Pietro come reggente della colonia. Pietro assunse il titolo di Imperatore del Brasile il 7 settembre 1822 e la nuova Nazione divenne una Monarchia costituzionale.  

Il 10 marzo 1826, in seguito alla morte del padre Giovanni VI, Pietro assunse anche la corona portoghese con il nome di Pietro IV, ma il 28 maggio dello stesso anno tornò in Brasile, lasciando il trono di Lisbona alla figlia Maria II, di appena 7 anni, sotto la reggenza del fratello Michele. Quest’ultimo si impegnò a sposare la nipote, diventando così Re consorte. Il reggente però, invece di sposare Maria, la depose e si proclamò Re del Portogallo il 26 febbraio 1928. Il suo regno fu breve, in quanto Michele venne deposto il 26 maggio 1834. 

Lui ed i suoi discendenti vennero esclusi dalla successione e Maria tornò sul trono. I rapporti tra i due rami della Casa Reale ripresero soltanto nel 1912 quando Manuele II, ultimo Sovrano del Paese, essendo senza figli, riconobbe come suo successore Duarte Nunu, nipote di Michele e padre di Duarte Pio, attuale Capo della Casa Reale portoghese. 

In Brasile, all’abdicazione di Pietro I nel 1831, il trono al figlio Pietro II, che venne deposto nel 1889. 

In occasione del bicentenario dall’indipendenza, il Governo del Paese sudamericano sta organizzando molte cerimonie e la Famiglia Imperiale, pur non regnando più dal 1889, viene coinvolta. 

Lo scorso 10 settembre, il Principe Ereditario Bertrando ha presenziato all’inaugurazione di una statua ed alla presentazione di un nuovo francobollo dedicati a José Bonifácio de Andrada e Silva, presso il Collegio Militare di San Paolo. Il luogo dove è stata organizzata la cerimonia un tempo era la residenza di questo grande uomo, patriota e statista brasiliano, conosciuto come il Patriarca dell'indipendenza.

Erano presenti il Deputato FederaleLafayette Luís Doorgal de Andrada e la signora Graziela Ribeiro Andrada, nipoti del Patriarca, il Presidente della Fondazione Biblioteca Nazionale ed il Sovrintendente Statale della Regione Metropolitana di São Paulo della Compagnia Postale e Telegrafica Brasiliana.

Fonte foto: Pagina Facebook Pro Monarquia