I PRINCIPI MURAT A MARSIGLIA


Domenica 9 maggio 2021 Gioacchino Murat, Principe di Pontecorvo, accompagnato dalla moglie Yasmine Briki, si è recato alla Cattedrale di Santa Maria Maggiore a Marsiglia, dove si è tenuta una Messa in memoria di Napoleone. L’evento è stato organizzato da Jean-Baptiste Renucci, delegato regionale della Memoria Napoleonica ed ha visto la partecipazione di numerosi figuranti. La prima pietra di questo splendido edificio è stata posata da Napoleone III il 26 settembre 1852.

Foto dell'evento su questo link: https://histoiresroyales.fr/prince-joachim-yasmine-murat-marseille-major-bicentenaire-mort-napoleon/

 IL CASATO MURAT 

Il Casato Murat ha come capostipite il celebre Gioacchino, maresciallo dell’Impero francese e Re di Napoli dal primo agosto 1808 al 22 maggio 1815. Ultimo degli undici figli di una coppia di locandieri, Gioacchino, filo-giacobino, fece una grande carriera militare e sposò Carolina Bonaparte, sorella minore di Napoleone. Il cognato nel 1808 lo nominò Re di Napoli, compito che svolse con grande dedizione, avviando importanti opere pubbliche ed introducendo il Codice Napoleonico, con il quale legalizzò il divorzio e l’adozione. Molto amato dalla popolazione, dopo la sconfitta di Napoleone a Waterloo dovette restituire il trono ai Borbone e dopo un tentativo di resistenza venne arrestato e fucilato il 13 ottobre 1815 a Pizzo Calabro.
Dall’unione tra Gioacchino e Carolina Bonaparte nacquero due figli e due figlie, tra i quali Napoleone Luciano Carlo, che ha ricevuto da Napoleone III il titolo di Principe ed è stato nominato senatore. È l’antenato degli attuali membri del casato, il cui capo porta il titolo di Principe Murat e l’erede quello di Principe di Pontecorvo. Tutti i membri maschi che in futuro dovranno guidare la dinastia, in onore del fondatore vengono battezzati con il nome Gioacchino.

Testo di Andrea Carnino