Le Loro Altezze Imperiali il Granduca Giorgio e la Granduchessa Vittoria di Russia, su invito del Presidente Armeno Armen Sarkissian stanno effettuando una visita ufficiale nel Paese.  

La coppia ha presenziato all’edizione 2021 del MB Summit of Minds che si è tenuta a Dilijan dal 23 al 24 ottobre. 

Durante questo summit si è discusso di educazione, progetti caritatevoli e pandemia. L’evento ha visto la partecipazione dell’ex Primo Ministro italiano e Presidente della Commissione Europea Romano Prodi e del Presidente dell’Argentina. 

La Principessa Vittoria ha avuto occasione di discutere con il professore italiano Remo Ruffini, il primo scienziato ad indentificare i buchi neri e con molti imprenditori, tra i quali Stéphane Bancel, Presidente di Moderna. 

Venerdì 22 ottobre nella capitale Yerevan, Giorgio e Vittoria  si sono recati al Museo del Genocidio Armeno, dove sono stati accolti da Lusine Abrahamyan, Vice Direttore dell’esposizione permanente.

I Principi ereditari hanno visitato il museo, dove viene raccontato il massacro degli armeni ad opera dell’Impero Ottomano tra il 1915 ed il 1916, che causò circa 1,5 milioni di morti ed espresso la loro soddisfazione per il fatto che l’Impero Russo abbia sempre sostenuto questo popolo. 

Giorgio ha firmato il libro degli ospiti d’onore. Lusine Abrahamyan, esprimendo la sua gratitudine alla coppia per la visita, ha donato ai Principi la traduzione inglese di Ravished Armenia, la storia vera di Aurora Mardiganian, un'adolescente armena che è stata coinvolta nel genocidio ed ha assistito all'omicidio della sua famiglia. La ragazza, costretta a marciare per più di millequattrocento miglia, fu venduta come schiava. Nel libro viene raccontato il sostegno che gli armeni hanno ricevuto da Nikolay Nikolayevich Romanov, il primogenito del Granduca Nicola il Vecchio e di Alessandra di Oldenburgo. Nicola era fratello dello Zar Alessandro II, quadrisavolo del Principe Ereditario Giorgio. 

L’Erede al trono ha affermato che "è un onore per lui essere nelle sale del museo, che racconta un periodo importante della storia armena, che non deve essere dimenticato”. 

Questa visita è stata oggetto di molti articoli e reportage in Armenia, una Nazione lieta di ricevere in visita ufficiale il Principe Ereditario di Tutte le Russie. 

La futura Coppia imperiale si è recata al Matenadaran, un'istituzione culturale che custodisce una collezione di manoscritti tra i più antichi al mondo in lingua armena. La biblioteca è l’erede di quella fondata nel 405, lo stesso anno in cui è nato l’alfabeto armeno. 

I Principi sono stati ricevuti dal direttore dell’istituzione ed hanno visitato le ricche esposizioni, dove sono custoditi 30 mila documenti e 17 mila manoscritti.

Testo di Andrea Carnino

Foto su questo link: https://histoiresroyales.fr/georges-de-russie-rebecca-romanovna-visite-officielle-armenie/

Fonte foto: pagina Facebook della Famiglia Imperiale russa