Le Loro Altezze Imperiali il Granduca Giorgio Romanov, Erede al Trono di Tutte le Russie e sua moglie, la Granduchessa Vittoria Romanovna, sono attualmente a Parigi. 

Al Cercle de l'Union interalliée, uno dei club più prestigiosi della capitale francese, fondato nel 1917, la Granduchessa Vittoria ha presentato il suo nuovo libro, AristocraZy. Quest’opera è un omaggio alla città di Parigi e tratta della storia d’amore tra un giovane Principe detronizzato e la figlia di un ambasciatore. Il lettore con questo volume avrà la possibilità di immergersi nella vita dei diplomatici, apprendendo il grande lavoro che essi svolgono quotidianamente al servizio del loro Paese e dei nobili, tra tradizioni secolari e splendide residenze. Una storia d’amore impossibile tra due giovani ragazzi, tra cospirazioni, spie e complotti. Questo libro rappresenta un’ottima idea per un regalo di Natale.


Nella Cattedrale Alexander Nevsky i Principi hanno presenziato ad una Messa in memoria del Granduca Vladimir, Capo della Casa Imperiale dal 1938 al 1992 e della moglie Leonida, nata Principessa di Georgia. Essi erano i nonni del Principe Ereditario Giorgio.
La funzione religiosa è stata organizzata dal Metropolita Jean de Doubna, Arcivescovo per le Chiese Ortodosse di tradizione russa in Europa Occidentale e dal Principe Stefano Belosselsky, Presidente dall’Associazione della Nobiltà Russa in Francia, un'organizzazione volta a preservare il ricordo della Russia Imperiale ed il suo patrimonio culturale. Il Principe Stefano Belosselsky, è membro di una nobile famiglia che discende dai primi Sovrani di Kievan Rus e dai Sovrani medievali del Principato di Beloozero. E' inoltre Commendatore del Gran Priorato Russo dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme.
Il Metropolita ha decorato i membri della Famiglia Imperiale: l’Erede al Trono per il suo sostegno e la sua fedeltà all’Arcivescovado ha ricevuto l'Ordine di Sant' Alessandro Nevskij e la Granduchessa Vittoria, per la sua attività benefica, ha ricevuto la Medaglia della Santa Madre Maria di Parigi, un’onorificenza dedicata a Marija Skobcova, nobildonna russa, poetessa, suora e membro della Resistenza francese che aiutò molto i poveri. Uccisa nel Campo di concentramento di Ravensbrück il 31 marzo 1945, fu canonizzata dal Patriarcato di Costantinopoli nel 2004. 

Da sinistra: il Principe Stefano Belosselsky, la Granduchessa Vittoria, il Granduca Giorgio ed il Principe Gioacchino Murat

Nella serata di sabato 11 dicembre, allo Yacht Club de France, si è tenuta la grande cena di gala benefica volta a raccogliere fondi a favore della Fondazione Imperiale, istituzione creata nel 2013 dall’Erede al Trono, che si occupa della ricerca nel campo della medicina, aiuta le vittime di calamità naturali e sostiene progetti promettenti nel campo dell'ecologia. La fondazione è diretta da sua moglie Vittoria Romanovna.
Durante la serata la Granduchessa Vittoria ed il Principe Belosselsky hanno annunciato che la Fondazione Imperiale, in collaborazione con l’Associazione della Nobiltà Russa in Francia ed il Metropolita di Parigi, hanno in cantiere un nuovo progetto: la “soupe solidaire”, che permetterà ai bisognosi di avere un piatto caldo.

 
Sono stati inoltre comunicati i dati relativi all’attività della Foodbank Rus, la principale banca alimentare russa, durante l’emergenza Covid. Sono stati distribuiti 17milioni di Euro di cibo grazie a 4000 volontari in 54 regioni della Russia per un totale di 8,5 milioni di chili di cibo. Questa grande attività benefica è stata molto apprezzata dal Presidente Putin, il quale ha conferito al Principe Giorgio una speciale distinzione.

I 40 mila Euro raccolti grazie all’asta benefica organizzata in occasione di questa cena di gala serviranno a fornire un ulteriore supporto alle attività benefiche della Famiglia Imperiale.
Tra le illustri personalità presenti: il Principe Stefano Belosselsky con la moglie Agnese, i Principi Ereditari Murat, i Principi Ereditari d’Egitto, la Principessa Antonella d'Orléans-Borbone, i Principi Michele e Nadine Baryatinsky, il Principe Michele Troiekouroff, Jean Marie Musy, Ambasciatore dell’Ordine di Malta in Spagna, il Conte Jacquelin d’Oultremont, i Conti Guy e Perrine de Chavanne, Gregoire Tolstoi, discendente del celebre scrittore russo Lev Tolstòj, il Barone Federico de Gaiffier d’Hestroy e la Duchessa Anadela Visconti di Modrone.
Il menù della serata era il seguente:

  • Code di gambero con carciofi e salmone affumicato 
  • Filetto di branzino con finocchio, fagiolini, patate fritte e salsa marinara 
  • Crepes bretoni 

Da sinistra: il Principe Stefano Belosselsky con la moglie Agnese ed i Principi Ereditari di Russia

Il Principe Ereditario d'Egitto con la moglie Noal d'Afghanistan ed il Principe Ereditario di Russia

Da sinistra: il Principe Ereditario di Russia, Nesrine Briki-Lepoint e Saoud Briki, sorella e cugina della Principessa Yasmine Murat, la Granduchessa Vittoria, la Principessa Yasmine Murat ed il Principe Gioacchino Murat

I Principi Ereditari di Russia

La Granduchessa Vittoria di Russia e la Principessa Yasmine Murat

Da sinistra: la Principessa Yasmine Murat, la Granduchessa Vittoria Romanovna, la Principessa Noal d'Egitto e d'Afghanistan, la Principessa Antonella d'Orleans Borbone e sua figlia Eulalia d'Orleans.

La Principessa Antonella d'Orleans Borbone con Stephane Sese, titolare del marchio di champagne Boërl & Kroff

Sulla sinistra seduto a tavola, Gregoire Tolstòj , discendente dello scrittore Lev Tolstòj 

Da sinistra: la Principessa Belosselsky, il Principe Gioacchino Murat, la Principessa Yasmine Murat, il Principe Stefano Belosselsky ed i Principi Ereditari di Russia

Domenica 12 dicembre il Granduca Giorgio e la Granduchessa Vittoria hanno presenziato al battesimo del Principe Gioacchino, Giorgio, Lorenzo, Napoleone Murat, figlio del Principe Gioacchino, Erede del casato e di Yasmine Briki, discendente dalla Famiglia Reale del Principato Al Breik.
La cerimonia si è tenuta all’Hotel des Invalides. L’Erede al Trono di Russia è stato scelto come padrino insieme all’uomo d’affari Laurent Dassault; come madrina è stata scelta la Principessa Noal d’Afghanistan, moglie del Principe Ereditario d’Egitto. 

Un ringraziamento particolare alla Granduchessa Vittoria Romanovna per avermi permesso di utilizzare queste foto e per avermi fornito molte informazioni.

Foto di David Nivière 

Testo di Andrea Carnino