GIORGIO FEDERICO DI PRUSSIA: UNA RICHIESTA DI RESTITUZIONE NON DEL TUTTO INFONDATA


Sua Altezza Imperiale Giorgio Federico di Hohenzollern, Capo della Casa Imperiale tedesca e Reale prussiana, è oggi al centro della cronaca per la sua richiesta di restituzione dei beni famigliari espropriati dai comunisti, tra i quali il Castello di Cecilienhof a Potsdam. 

Molte famiglie tedesche hanno presentato questa domanda, ma la Legge di quel Paese vieta ogni restituzione se la persona alla quale i beni sono stati espropriati aveva collaborato con i nazisti o i comunisti. Il problema per la Famiglia Imperiale è che se il Principe Luigi Ferdinando, nonno di Giorgio Federico, ha contrastato in ogni modo Hitler, finendo insieme alla moglie nel campo di concentramento di Dachau, suo padre, il Principe Ereditario Guglielmo, in un primo momento ha sostenuto il dittatore, per poi prenderne le distanze una volta resosi conto delle atrocità che esso stava commettendo. Il Principe Augusto Guglielmo quarto figlio dell’Imperatore ha invece partecipato a diverse riunioni dei sostenitori di Hitler. 

Proprio per queste cose l’opinione pubblica ed i politici sono divisi sulla questione della restituzione dei beni alla Famiglia Imperiale, con la destra abbastanza favorevole e la sinistra assolutamente contraria.

I giornalisti che continuano a criticare la dinastia, spesso dimenticano che ogni anno, al Castello di Hohenzollern, Giorgio Federico ospita numerosi bambini poveri. 

Burg Hohenzollern, uno splendido maniero risalente all’XI secolo, che posto ad un'altitudine di 855 metri, domina il Land del Baden-Württemberg, è ancora oggi di proprietà della Famiglia Imperiale. Essa qui costudisce la corona degli Imperatori di Germania e numerose opere d’arte. Nel 1954 Luigi Ferdinando di Prussia e la moglie Kira di Russia crearono la Fondazione Kira di Prussia per aiutare i bambini poveri di Berlino Ovest e ne accolsero molti al Castello di Hohenzollern durante l’estate. Da allora la fondazione ospita ogni anno molti giovani poveri provenienti da tutta la Germania ed in 67 anni di attività, al castello ne sono stati ospitati 14 mila. Nel maniero vengono accolti anche giovani artisti provenienti da Israele e Stati Uniti, qui dedicano il loro tempo a comporre musica. Oggi la fondazione è presieduta da Sofia di Isenburg, moglie di Giorgio Federico, nipote di Luigi Ferdinando ed attuale pretendente ai troni di Germania e Prussia.

La Famiglia Imperiale è tutt’oggi proprietaria di molte opere d’arte, prestate ai musei tedeschi e dei gioielli della Corona, oggi esposti al Castello di Charlottenbourg. 

Lo scorso anno, dopo una lunga battaglia per la proprietà del Castello di Rheinfels, edificio storico ormai diroccato, che si trova sopra la riva sinistra del Reno a Sankt Goar, la giustizia è arrivata ad una conclusione equa: l’edificio è rimasto di proprietà del Comune, ma esso deve però addebitare un supplemento di un Euro su tutti i biglietti d'ingresso o 50 centesimi per quelli ridotti e questa cifra va alla Fondazione Kira di Prussia. 

Il Castello di Hohenzollern è oggi uno dei manieri più visitati della Germania e come molti altri castelli del Paese ha un vantaggio: è ancora usato dalla famiglia proprietaria, che provvede a gestirlo in modo impeccabile. Il Principe Giorgio Federico ha i suoi appartamenti privati e porta spesso i suoi quattro figli: i gemelli Carlo Federico e Luigi Ferdinando, nati nel 2013, la piccola Emma Maria, nata nel 2015 ed il piccolo Enrico, nato nel 2016.

Fonte foto: Point de Vue numero 3806