FESTA NAZIONALE IN LIECHTENSTEIN


Il 15 agosto il Principato del Liechtenstein, l’ultimo lembo di Sacro Romano Impero giunto fino ai giorni nostri, ha celebrato la sua Festa Nazionale. 

Come l’anno scorso, i festeggiamenti sono stati ridotti al minimo a causa della pandemia e la Famiglia Principesca non ha partecipato all’annuale ricevimento con la popolazione. 

Come da tradizione, il Principe Reggente Luigi ha pronunciato il suo discorso nel roseto del Castello di Vaduz alla presenza delle autorità e dei rappresentanti degli undici comuni della Nazione, ognuno con la bandiera del proprio territorio. 

Quest’anno il Paese ha celebrato i 100 anni della sua Costituzione, uno statuto che combina democrazia parlamentare, partecipazione diretta dei cittadini ed un forte potere monarchico. Il Sovrano può infatti nominare i giudici, ha il diritto di veto contro qualunque legge del Parlamento ed in casi particolari può nominare personalmente un governo. Come contrappeso in qualunque momento il popolo può indire un referendum col quale destituire il Principe, che lascerebbe ad un consiglio composto dai suoi parenti maschi la decisione di nominare un sostituto o trasformare il paese in una repubblica. 

Nel Paese si preannunciano molti grandi eventi: La Principessa Maria Annunciata, figlia del Principe Nikolaus (a sua volta fratello minore del Principe Giovanni Adamo II) e di Margherita del Lussemburgo (a sua volta sorella minore del Granduca Enrico), sposerà il 4 settembre a Vienna l’italiano Emanuele Musini. Sua sorella Maria Astrid sposerà a Roma il terzo fine settimana di settembre Ralph Worthington, mentre suo fratello Giuseppe Emanuele si è fidanzato con la colombiana naturalizzata svizzera Maria Claudia Echavarría Suárez.

Foto su questo link: https://blogrealmonarquia.blogspot.com/2021/08/principe-alois-nas-celebracoes-do-dia.html