ADDIO ALLA PRINCIPESSA CONSORTE DEL LIECHTENSTEIN


Il 21 agosto si è spenta a Grabs, un comune del cantone svizzero di San Gallo, la Principessa Marie Aglaë, consorte del Principe Regnante del Liechtenstein Giovanni Adamo II. 

Nata a Praga il 14 aprile 1940, Marie era figlia del Conte Ferdinando Carlo Kinsky di Wchinitz e Tettau (1907–1969) e della Contessa Enrichetta Carolina di Ledebur-Wicheln (1910–2002).

La sua famiglia paterna venne citata per la prima volta nel 1237 e diede il suo nome alla razza equina Kinsky-Pferde. I suoi nonni paterni erano il Conte Ferdinand Vincenz Kinsky von Wchinitz und Tettau (1866-1916) e la Principessa Aglae von Auersperg (1868-1919), mentre quelli materni erano il Conte Eugen Rudolf Maria von Ledebur-Wicheln (1873-1945) e la Contessa Eleonore Larisch von Moennich (1888-1975) pronipote di Barbu Dimitrie Știrbei, Principe di Valacchia. 

Dopo la salita al potere dei comunisti in Cecoslovacchia, per la sua famiglia iniziò un incubo: una domenica pomeriggio, i cechi vennero al Castello di Horažďovice e dissero loro che dovevano partire immediatamente, concedendo loro solamente dieci minuti per fare i bagagli. La famiglia fu deportata in un campo di lavoro dove il nonno materno morì nel novembre 1945. Marie, i genitori ed i fratelli, con l'aiuto di un ufficiale francese, riuscì a fuggire nella regione della foresta boema, dove vennero tutti nascosti da un amico per un mese, fino a quando un prete americano riuscì a farli evadere in Germania. Nel sud-est della Baviera essi vennero ospitati al Castello di Eringer dalla Famiglia Baronale Sedlnitzky-Odrowaz di Choltitz. 

La futura Principessa venne educata a Wald dalle sorelle di Santa Lioba Korte e nel 1957 si traferì nel Regno Unito per perfezionare la sua conoscenza dell’inglese. 

Frequentò l'Accademia di Arti Applicate presso l'Università di Monaco, laureandosi nel 1961 e dopo un periodo trascorso a Parigi, lavorò come grafico pubblicitario a Dachau. 

Marie incontrò per caso il suo futuro marito Giovanni Adamo del Liechtenstein, figlio del Principe Francesco Giuseppe II (1906-1989) e della Contessa Giorgina von Wilczek (1921-1989).
Essi discendevano entrambi da Ferdinand Bonaventura, VII Principe Kinsky von Wchinitz und Tettau (1834-1904) e da sua moglie Maria Josepha del Liechtenstein (1835–1905). 

La sorella della madre di Marie, la Contessa Karoline di Ledebur-Wicheln, era sposata con il Principe Johannes Franz del Liechtenstein, cugino del padre di Giovanni Adamo. 

I due futuri sposi si incontrarono nell’estate 1961 quando la Contessa si era recata a Vaduz per rendere visita agli zii e se per lui fu amore a prima vista, lei lo considerava un ragazzino, essendo più giovane di 5 anni. Al futuro Sovrano servì molta tenacia per conquistare il cuore della sua amata. 

La coppia si sposò il 30 luglio 1967 sposò nella Cattedrale di Vaduz ed ebbe quattro figli: 

  • Il Principe Ereditario Luigi, nato l'11 giugno 1968. Nel 1993 ha sposato la Principessa Sofia di Baviera, figlia dell’Erede al Trono Max, dalla quale ha avuto 4 figli: Giovanni Venceslao, nato nel 1995, Marie-Caroline, nata nel 1996, Giorgio Antonio, nato nel 1999 e Nicola, nato nel 2000. Luigi nel 2004 è stato nominato reggente del Principato; 
  • Il Principe Massimiliano, nato il 16 maggio 1969. Nel 2000 ha sposato Angela Gisela Brown ed ha un figlio, Alfonso, nato nel 2001; 
  • Il Principe Costantino, nato il 15 marzo 1972. Nel 1999 ha sposato la Contessa Marie Gabriele Franziska Kálnoky de Kőröspatak. La coppia ha avuto tre figli: Maurizio, nato nel 2003, Georgina, nata nel 2005 e Benedetto, nato nel 2008; 
  • La Principessa Tatjana Nora, nata il 10 aprile 1973. Nel 1999 ha sposato il Barone Matthias Claus-Just Carl Philipp von Lattorff. La coppia ha avuto sei figli: Luca, nato nel 2000, Elisabetta, nata nel 2002, Maria, nata nel 2004, Camilla, nata nel 2005, Anna, nata nel 2007, Sofia, nata nel 2009 e Massimiliano, nato nel 2011. 

Giovanni Adamo salì al trono di questo lembo del Sacro Romano Impero giunto fino ai giorni nostri, il 13 novembre 1989 in seguito alla morte del padre. Diventata prima donna della Nazione, Marie concentrò la sua attività sull'istruzione, la cultura e le arti. 

È stata presidente della Croce Rossa del Liechtenstein dal 1985 al 2015 e nel 1976 divenne membro della Società nazionale per la protezione dell'ambiente. 

Nel 2017 la Famiglia Principesca era stata ricevuta da Papa Francesco.

Marie negli ultimi anni compariva in pubblico solamente il 15 agosto, giorno della Festa Nazionale. 

Lo scorso novembre aveva perso suo fratello maggiore, il Conte Ferdinando Kinsky von Wchinitz und Tettau, deceduto a Vienna all’età di 86 anni. 

Il 18 agosto 2021 è stata colpita da un ictus ed è stata ricoverata all’ospedale svizzero di Grabs. Si è spenta il 21 agosto. 

La prima Famiglia Reale ha porgere le sue condoglianze è stata quella rumena, molto legata alla Dinastia del Liechtenstein. 

Il Governo del Principato ha proclamato sette giorni di lutto nazionale, fino a sabato 28 agosto compreso. Durante questa settimana le bandiere con i colori dello Stato e della Famiglia Principesca saranno issate a mezz'asta in segno di lutto su tutti gli edifici pubblici.

Grande reportage fotografico su questo link: 

Eurohistory: The Death of a Noble Woman: Fürstin Marie of Liechtenstein (1940-2021) (eurohistoryjournal.blogspot.com)

E su questo:

http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.com/2021/08/the-princess-of-liechtenstein-1940-2021.html

Testo di Andrea Carnino