ADDIO AL RE DEGLI ZULU


Oggi, venerdì 12 marzo 2021 si è spento all’età di 72 anni per complicazioni legate al diabete Re Goodwill Zwelithini, dal 1968 Sovrano degli Zulu.
Nato il 14 luglio 1948, era figlio di Re Cyprian Bhekuzulu (1924-1968) e della Regina Thomozile. Succeduto al padre il 17 settembre 1968, fino al 1971 è costretto a vivere in esilio sull’isola di Sant'Elena per evitare il rischio di essere ucciso ed a capo del regno viene nominato un reggente: suo fratello Israel. Incoronato nel 1971, regnava su una popolazione di 10 milioni di sudditi ed era molto venerato. Nel 1980 reintrodusse la danza delle vergini, pratica che prevede che le giovani ragazze illibate danzino a seno scoperto per otto giorni attorno alla residenza del Sovrano. Pur avendo solo più un ruolo cerimoniale, godeva di una grande influenza. Amministratore unico di 2,8 milioni di ettari di terre, viveva con una rendita annuale di circa 3,8 milioni di euro. Attivamente coinvolto nella campagna contro l'Aids, non amava molto gli immigrati provenienti dagli altri Paesi africani, che secondo lui erano responsabili dell'aumento dell'anarchia nel Paese. Nel 2012 suscitò scalpore definendo l'omosessualità inaccettabile. Sosteneva inoltre le punizioni corporali, convinto che migliorassero il rendimento degli studenti.Dalle sue sei mogli ha avuto 28 figli. La sua sposa principale è stata la Regina Mantfombi, che ha sposato nel 1973; nata nel 1956 la Sovrana è la sorella di Mswati III, attuale Re dello Swaziland. Nell’ultimo anno ha dovuto subire due importanti lutti: sua sorella, la Regina reggente Noloyiso dei Rharhabe si è spenta l’8 luglio 2020 a causa del Coronavirus ed il Principe Lethukutula, primogenito del Sovrano, è stato ucciso quattro mesi dopo.
Il Principe Misuzulu, nato il 23 settembre 1974 dall’unione tra il Re e la Regina Mantfombi è il favorito per succedere al padre.
Appena appresa la notizia del decesso, la televisione nazionale sudafricana ha interrotto le sue trasmissioni. Il Presidente del Sudafrica lo ha ricordato come un simbolo importante della storia, della cultura, del patrimonio, mentre Nkosazana Dlamini Zuma, Ministro della Cooperazione e delle Tradizioni è stata vista in lacrime.
Il Regno degli Zulu nacque nel 1816, ma nel 1863 finì sotto il controllo britannico. Il Sudafrica, diventato una repubblica indipendente il 31 maggio 1961, riconobbe e riconosce tutt’ora, molte monarchie tradizionali al suo interno, come quella degli Zulu. La stessa cosa fanno diverse repubbliche africane. Nel Regno Zulu, per tradizione diventa Re il primo figlio che il Sovrano defunto ha avuto dalla Grande moglie; tuttavia il Monarca può decidere in qualunque momento quale sia la Grande moglie e anche cambiare idea.

Testo di Andrea Carnino

Fonte foto: Wikipedia