ADDIO AL DUCA DI EDIMBURGO


Oggi, venerdì 9 aprile 2021 si è spento all’età di 99 anni il Principe Filippo di Edimburgo, grande uomo che è stato consorte  della Regina Elisabetta II per quasi 74 anni. Filippo è nato a Villa Mon Repos, la residenza dei Reali di Grecia sull’Isola di Corfù il 10 giugno 1921. I suoi genitori erano il Principe Andrea di Grecia e Danimarca e la Principessa di Alice di Battenberg. Suo padre era il settimo figlio e quarto figlio maschio di Re Giorgio I di Grecia e della Regina Olga, nata Principessa di Russia. Tramite il padre Filippo discendeva quindi da Re Cristiano IX di Danimarca, dallo Zar Nicola I e da Federico Guglielmo III di Prussia.
Sua madre Alice di Battenberg era figlia di Luigi di Battenberg e di Vittoria d’Assia e del Reno, nipote della Regina Vittoria del Regno Unito. Tramite sua madre Filippo discendeva quindi dai Granduchi d’Assia e dalla Regina Vittoria del Regno Unito. 

LE SUE SORELLE

Ha avuto 4 sorelle, tutte andate in spose a Principi tedeschi: 

1) Margherita (1905-1981), il 20 aprile 1931 ha sposato a Langenburg il Principe Goffredo di Hohenlohe-Langenburg, figlio maggiore del Principe Ernesto II e di Alessandra di Sassonia – Coburgo – Gotha. Era la nonna di Filippo, attuale Principe di Hohenlohe-Langenburg; 

2) Teodora (1906-1969), il 17 agosto 1931 ha sposato a Baden-Baden il Granduca Bertoldo del Baden. Era la mamma dell’attuale Granduca Massimiliano; 

3) Cecilia (1911-1937) il 2 febbraio 1931 sposò a Darmstadt il Principe Giorgio Donato, Granduca Ereditario d’Assia e del Reno. La sua famiglia fu colpita dalla malasorte. Suo suocero, il Granduca Ernesto, morì il 9 ottobre 1937. Il 16 novembre dello stesso anno Cecilia, insieme al marito, nel frattempo succeduto al padre, ai due figli piccoli ed alla suocera Eleonora, mentre erano in viaggio da Londra a Darmstadt, il loro aereo a Ostenda urtò una ciminiera e precipitò; morirono tutti. Cecilia era incinta di 8 mesi. L’unico membro che si salvò perché non presente sull’aereo, fu la Principessa Giovanna, nata il 23 novembre 1936. Adottata dallo zio Luigi, morì di meningite il 14 giugno 1939. Dopo l’incidente il titolo di Granduca d’Assia andò a Luigi, fratello di Giorgio Donato; quando morì senza figli, il titolo passò al cugino Maurizio, figlio di Mafalda di Savoia e alla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 2013, al figlio Donato; 

4) Sofia (1914-2001), il 15 dicembre 1930 ha sposato a Kronberg im Taunus il Principe Cristoforo d’Assia-Kassel. Cristoforo era figlio di Re Carlo I di Finlandia e fratello minore di Filippo, marito della Principessa Mafalda di Savoia. La coppia ha avuto 5 figli, ma Cristoforo, ufficiale tedesco delle SS, morì il 7 ottobre 1943 in battaglia sugli Appennini. Sofia il 23 aprile 1946 a Salem si risposò con Giorgio Guglielmo di Hannover, figlio di Ernesto Augusto III e quindi prozio di Ernesto Augusto V, ex marito di Carolina di Monaco. 

LA GIOVENTU’ 

Il Principe Andrea, padre di Filippo, combatté nella Guerra Greco Turca dal 1919 al 1922, ma l’esito di questo conflitto non fu per niente favorevole al Regno Ellenico: il 22 settembre 1922 Re Costantino I di Grecia, fratello di Andrea fu costretto ad abdicare e quest’ultimo venne arrestato. La Grecia rimase una Monarchia con a capo Giorgi II, figlio di Costantino I, la Turchia invece diventò una repubblica, ponendo fine al secolare Impero Ottomano. Il Principe Andrea venne bandito per sempre dal suolo greco e lasciò la sua patria a bordo dell’incrociatore britannico HMS Calypso; il piccolo Filippo fu trasportato in una cassa d’arance. Si trasferirono tutti a Saint-Cloud, non lontano da Parigi, aiutatati economicamente dalla Principessa Maria Bonaparte, discendente da Luciano, fratello di Napoleone I e sposata con il Principe Giorgio di Grecia, zio di Filippo. La tranquillità famigliare durò poco: dopo il 1928 la madre di Filippo iniziò a soffrire di una grave schizofrenia e nel 1930 venne internata in Svizzera; rimarrà in un istituto fino al 1933. Le sorelle del futuro Duca di Edimburgo si sposarono con Principi Tedeschi ed andarono a vivere in Germania e lui venne affidato alla nonna materna Vittoria d'Assia e del Reno; suo padre si dedicò infatti al gioco, alle donne e all’alcol, dividendo la sua vita tra Parigi, la Germania ed il Principato di Monaco e legandosi all’attrice francese Andrée Lafayette. Nel frattempo la Grecia nel 1924 era diventata repubblica, ma il 3 novembre 1935 Re Giorgio II ritrovò il suo trono. Andrea poté così tornare nel suo Paese; morirà il 3 dicembre 1944 nel Principato di Monaco a causa di un attacco cardiaco. Rivedrà la moglie Alice solo una volta, nel 1937 in occasione del funerale della figlia Cecilia. Alice durate la Seconda Guerra Mondiale, ripresasi dalla schizofrenia, risedette ad Atene, dove insieme alla cognata Elena di Russia, fece la crocerossina ed organizzò mense per la popolazione che moriva di fame; con il pretesto di andare in Svezia a trovare la sorella Luisa, che era sposata con il Principe Ereditario, portava nel Regno Ellenico molte forniture mediche. Aiutò diversi ebrei e per questo venne nominata Giusta tra le Nazioni ed "Eroe della Shoah" . 

Filippo, cresciuto nel Regno Unito insieme alla nonna, nel 1933 iniziò a frequentare la prestigiosa Schule Schloss Salem, alla corte dei Granduchi del Baden, ma con la salita al potere del nazismo, si trasferì a studiare alla Gordonstoun School in Scozia, fondata dall’educatore ebreo tedesco Kurt Martin Hahn. Nel 1939 entrò nella Royal Navy, la Marina Militare Britannica e nel 1940 si diplomò presso il Britannia Royal Naval College come miglior cadetto del suo corso. Proprio durante il periodo presso la scuola incontrò l’amore della sua vita: la Regina Elisabetta II. Il 22 luglio 1939 il Re e la Regina, insieme alle due figlie, visitarono l’istituto. Louis Mountbatten incaricò Filippo di intrattenere Elisabetta e Margaret, che erano sue cugine di terzo grado, mentre i genitori visitavano la scuola. La futura Regina se ne innamorò subito ed i due incominciarono a scambiarsi lettere. Lei aveva 13 anni, lui 18.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE 

Durante la Seconda Guerra Mondiale si distinse nella Battaglia di Creta e in quella di Capo Matapan, ottenendo la croce di guerra greca al valore. Fu coinvolto nelle operazioni dello sbarco alleato in Sicilia, nel 1942 divenne uno dei più giovani ufficiali della marina britannica ed era presente quando venne firmata la resa del Giappone. Nel 1946 ritornò nel Regno Unito dove divenne istruttore della Marina e chiese la mano dell’amata Principessa Elisabetta. Il fidanzamento fu annunciato nel luglio 1947 e Filippo rinunciò ai suoi titoli regali greci e danesi, nonché alle sue pretese sul trono greco, oltre a convertirsi dalla religione ortodossa a quella anglicana, fu naturalizzato cittadino britannico con il titolo di Lord Mountbatten. Le nozze avvennero il 20 novembre 1947 nell’abbazia di Westminster e Filippo ottenne dallo suocero il titolo di Duca di Edimburgo. Al matrimonio fu presente la madre Alice, ma non le tre sorelle, in quanto sposate con Principi tedeschi le cui famiglie avevano appoggiato il nazismo. Dopo il matrimonio Filippo proseguì la sua carriera militare, prima presso lo Stato Maggiore della Marina e successivamente all'Accademia navale di Greenwich. Il 14 novembre 1948 nacque il primogenito Carlo e il 15 agosto 1950 la secondogenita Anna. Sua mamma nel 1949 fondò un ordine di suore greco-ortodosso, Sorellanza cristiana di Marta e Maria. Morirà a Buckingham Palace il 5 dicembre 1969. Il Duca di Edimburgo dal 1949 prestò servizio a Malta ed il 6 febbraio 1952, mentre era in visita ufficiale insieme ad Elisabetta in Kenya, fu lui ad avvisare la moglie che era morto il padre Giorgio VI e che lei era diventata Regina. Il 2 giugno 1953 Filippo non fu incoronato assieme alla moglie, ma ottenne che Elisabetta gli prestasse particolare attenzione e gli imponesse le mani.

UNA VITA AL SERVIZIO DELLA REGINA

 Rinunciò alla sua carriera militare e nel corso della sua vita si dedicò completamente ad aiutare la moglie nei suoi obblighi di sovrano, accompagnandola alle cerimonie, alle cene di Stato e nei viaggi all'estero e in patria. Nel 1956 fondò il Premio Internazionale Duca di Edimburgo per ricompensare e premiare i giovani che avessero dimostrato grande senso di responsabilità verso le loro comunità. Oggi questa onorificenza è presente in 144 Paesi e coinvolge 5 ambiti: il volontariato, l’attività fisica, le attività per lo sviluppo di abilità, le spedizioni e le missioni locali. Ogni ambito include diverse attività, ad esempio la parte di attività fisica include sport estremi, danza, sport di squadra, sport acquatici e tante altre discipline. Dopo un periodo di allenamento, i ragazzi gareggiano tra loro, divisi per fasce d’età e obiettivi, per raggiungere la medaglia di bronzo, argento o oro. In Romania è presieduto da Sua Maestà Margherita, mentre il Portogallo si chiama Premio Infante Don Enrico ed è presieduto da Duarte Pio di Braganza. Grande ambientalista, Divenne patrono di un numero altissimo di organizzazioni su questo tema. 

I FIGLI 

Dall’unione con Elisabetta II nacquero quattro figli: Carlo nel 1948, Anna nel 1950, Andrea nel 1960 ed Edoardo nel 1964. 

DIANA 

All’inizio del 1981 consigliò al figlio Carlo di rompere la relazione con l’amata Camilla Shand, che nel 1973 aveva sposato Andrew Parker Bowles e di sposare l’aristocratica Diana Frances Spencer, figlia di Edward John "Johnnie" Spencer, VIII conte Spencer. Nel 1992 quando il matrimonio di Carlo e Diana di incrinò, cercò in ogni modo di trovare un accordo per riconciliare i due, ma senza successo. Diana morì di incidente stradale a Parigi il 31 agosto 1997 mentre la Famiglia Reale era in vacanza a Balmoral. Mohamed Abdel Moneim Fayed, padre di Dodi, che morì con Diana, accusò senza prove accusò Filippo e la famiglia reale britannica di essere i mandanti della strage. Nel 2008 la giustizia ha stabilito che non vi siano evidenze di cospirazione sulla morte di Diana. 

GLI ULTIMI ANNI 

Nel 2002, in occasione del Giubileo d’Oro della Regina Elisabetta II, a Filippo furono resi gli onori per i cinquant'anni di ruolo di Principe consorte svolto magistralmente. Presenziava infatti a circa trecento eventi all'anno. Dal 1992 iniziò a soffrire di problemi cardiaci e l’anno seguente fu ricoverato per un'infezione polmonare e gli gli fu diagnosticato un tumore alla prostata. Nell’agosto 2017 si ritirò ufficialmente dalla vita pubblica Dopo ben 65 anni di servizio e circa 22.000 impegni ufficiali Ha sempre amato il polo, la pittura a olio ed era un collezionista di opere di arte contemporanea che sono esposte a Buckingham Palace, al Castello di Windsor, a Sandringham House e al Castello di Balmoral Ed era membro della loggia massonica Navy Lodge Nº 2612. 

Si è spento la mattina del 9 aprile 2021 al Castello di Windsor. Conformemente alle sue volontà non ci saranno funerali di Stato,  ma una cerimonia nella Cappella di San Giorgio a Windsor seguita dalla sepoltura a Frogmore Gardens. 

Sarà un funerale sul modello di quello del Principe Henrik di Danimarca, il consorte della Regina Margherita II deceduto nel 2018.

Di Andrea Carnino

Fonte foto e più fotografie su questo link: https://www.dailymail.co.uk/news/article-4074042/Prince-Philip-dies.html