01 Apr

Una musica gentile come un canto di usignoli accompagna il biondo aprile coronato di boccioli.
Egli passa, arguto e lieto, tra le siepi rifiorite, sopra il morbido tappeto delle bianche margherite.
Dolce aprile, benvenuto!” grida il coro di bambini e ripetono il saluto tutti i fiori dei giardini, mentre le rondini sfreccianti dall’antico campanile, gli cinguettano festanti: “benvenuto dolce aprile!
Quanta festa, che sussurro di colombe e di fontane!
E nel cielo tanto azzurro quante voci di campane!
Le campane di ogni chiesa hanno un palpito d’amore ed echeggiano a distesa: “è risorto il Redentore!”.
Ride il sole più giulivo.
Con le foglie aguzze e chiare splende il ramo dell’olivo sulla mensa e sull’altare.
Ed aprile agli orti infiora di convolvoli e lillà, mentre il mondo si colora di letizia e di bontà.


Tratto dal Corriere dei piccoli del 4 aprile 1954

21Oct
19Jul
Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.